Giorno tre di zona rossa

    30

    Terzo giorno di zona rossa e sento la miamente che si svuota. Queste lunghe giornate di pioggia, in cui è fortemente sconsigliato uscire, spengono d’un botto la mia mente.Nonostante abbia tempo non riesco a leggere e la schiena mi fa male mentre passo dalla poltrona al divano.L’unico movimento permesso nelle abitazioni è sempre qualcosa di noioso: mettere in ordine i cassetti, fare le lavatrici, stirare. Ma mi fa orrore pensare che le mie azioni nei giorni di festa siano la solita manutenzione degli oggetti che già mi tocca fare di continuo.Così staziono e non riuscendo a leggere, mi resta la tv.Anche lì opto per la leggerezza, che non sempre è quella descritta da Calvino, quanto piuttosto una leggerezza che assomiglia alla superficialità, a quei buoni sentimenti che mi conducono verso i film di Natale.La quarta stagione di The Crown ha smesso di tenermi sveglia, e sul bracciolo del divano è appoggiato Delitto e castigo, la cui miserabile vita tra bettole e bassifondi non si può davvero tollerare mentre il mio mondo è assediato dalla pandemia. Pur essendo un libro bellissimo…Ho pensato che forse amavo leggere quando dalla vita piena e affollata sentivo il bisogno di evadere attraverso le pagine dei libri. Ma oggi che l’esistenza si è svuotata di molte delle sue cose migliori, di viaggiare con la fantasia in mondi diversi dal mio, non ne ho più tanta voglia.È così anche questa terza giornata di zona rossa si appresta a finire. Mi fa piacere. E con soddisfazione raggiungo il mio letto.Ce ne aspetta un’altra e poi per tre giorni la nostra vita potrà assomigliare (non tanto a dire il vero) a qualcosa di più normale. Se solo ci fosse stato il sole avrei potuto camminare a lungo e questo surplus di energie inutilizzate non avrebbe affaticato la mia mente e la mia schiena.Buonanotte dunque. Domani ci attende una nuova clausura. Se piove non uscirò e così sarà di nuovo una gran fatica far passare il giorno. Anche se non essendo festivo credo che troverò la voglia di riprendere quellamanutenzione dell’ esistente rappresentata dai servizi domestici.Ho lasciato a metà un film di Luca Guadagnino, lento ma bello. E poi vorrei capire bene cosa mi è piaciuto di The Crown. Nei momenti di stanchezza avrò un punto (in poltrona) da cui poter ricominciare ad oziare.Buonanotte a voi, amici.. vi immagino migliori di me, capaci di fare lunghissimi giochi da tavolo e infornare biscotti. O chissà quali sconosciute attività casalinghe che a me sfuggono.Una partita a Risiko però l’ho fatta anche io. Ma mi hanno stracciato in poco tempo. Se me lo consentono domani ci riproverò. Buonanotte